Seleziona una pagina

Il Premio Stampa per valorizzare Ferrara

Viene dato ogni anno a quei ferraresi che hanno dato e che dannolustro alla città con il loro impegno

La sua storia

Al Circolo commercianti del Teatro Nuovo di Ferrara, precisamente nel febbraio del 1952 , li giornalista dott. Cristiano Nicovich, allora segretario di redazione della Gazzetta Padana, “Riuniva un animoso gruppo di rappresentanti della stampa locale per dare nuovamente vita alla gloriosa Associazione Stampa Ferrarese”. Presiedeva la riunione Carlo Casali. dirigente dell’Associazione regionale della stampa emiliana. Si discusse dei problemi legati all’attività giornalistica già fervida in quei tempi nella città per la presenza di una rotativa e nell’intento di rafforzare l’immagine di un cosi importante settore della vita ferrarese. Si ridiede un volto all’Associazione Stampa, con un suo Consiglio direttivo affidando proprio a Cristiano Nicovich l’incarico di segretario anche per il merito di aver promosso l’iniziativa.

Poi si cominciò ad operare con concreti intenti e va ricordata una affollata assemblea svoltasti l’11 marzo del 1956, all’albergo San Giorgio, ove con la partecipazione tra gli altri di Leonardo Azzarita, di Ferruccio Lanfranchi, si gettarono le basi per la istituzione dell’Ordine dei giornalisti. Grazie al contributo della Cassa di Risparmio, delle Amministrazioni provinciale e comunale, della Camera di Commercio, si addivenne anche al restauro del tempio di San Giuliano in piazza Castello, che doveva poi restare la chiesa per antonomasia dei giornalisti.

Con le Feste della Stampa, si riaprirono a pubblico, dopo la dolorosa e triste parentesi della seconda guerra mondiale causa di distruzione e di lutti, anche nella città di Ferrara, le poco conosciute sale del Castello Estense e della Palazzina Marfisa. Presidente dell’associazione venne eletto l’avv. Antonio Boari personaggio tra i più stimati, legale e pubblicista, mentre segretario fu confermato Cristiano Nicovich e componenti del Consiglio Olao Accorsi, Onorio Dolcetti, Alberto Pasqualini, Bruno Traversari. Franco Vanni e Zanotti.

Si progettò molto presto (in una riunione tenutasi da «Giovanni») l’istituzione di un Premio Stampa per valorizzare l’arte e la cultura ferrarese, premiando quei cittadini benemeriti che avessero dedicato o dedicavano il loro impegno, in tale contesto, dando lustro a Ferrara. Nacque così quel Premio Stampa che ha continuato regolarmente ad essere assegnato dall’Assemblea dei giornalisti e che nell’intento dei suoi fondatori, doveva essere consegnato ogni anno in occasione della ricorrenza di S. Francesco di Sales. patrono dei giornalisti, a chi come precisa lo Statuto, «al di fuori dei campi specifici della politica. della letteratura, delle arti e delle scienze, per le quali erano e sono previste altre forme di pubblico riconoscimento, avesse manifestato il proprio amore per Ferrara, valorizzandone le tradizioni, la storia, la cultura». Per la designazione dei Premio fin dai primi anni non mancarono le discussioni, le contrapposizioni, ma in moltissimi casi si arrivò all’assegnazione con il voto unanime dell’ assemblea.

Il regolamento

Il Premio Stampa Ferrara viene conferito ogni anno al cittadino ferrarese di nascita o di adozione, che in qualunque settore di attività si sia reso meritevole verso Ferrara per averne valorizzato le tradizioni, la storia, la cultura, il territorio o Il Premio Stampa Ferrara é unico. Potrà essere assegnato ex equo ma mai come multiplo a più personalità, per settori di attività. Per l’assegnazione del Premio verranno convocate, possibilmente entro il me se di Febbraio, due assemblee : la prima per la formazione di una “Rosa” di candidati, la seconda per la designazione del premiato da scegliere fra i candidati compre si nella “rosa” stessa. Per agevolare la formazione della suddetta “rosa” verrà inviato, circa due mesi prima della convocazione della prima assemblea, un questionario a tutti i soci, nel quale ciascun iscritto all’Associazione potrà segnalare un personaggio meritevole del Premio, fornendo un breve curriculum. Nella prima Assemblea i soci verranno informati delle candidature proposte . Altre candidature potranno essere proposte anche durante l’Assemblea stessa . Sia rispondendo al questionario, sia nella prima Assemblea, ogni socio dovrà presentare e sostenere una sola candidatura o La scelta definitiva avverrà nella seconda Assemblea, con ulteriore dibattito sulle candidature e successive votazione – Ciascun socio potrà portare una sola delega e dovrà presentarla all’ inizio dell’Assemblea al presidente o La votazione avrà luogo su schede preventivamente predisposte con l’ espressione di una sola preferenza o Qualora nessun candidato ottenga la maggioranza assoluta dei suffragi nella prima votazione (50% più uno) si procederà al ballottaggio tra i due (o più di due in caso di parità) nominativi che avranno conseguito il più alto numero di preferenze • In caso di ulteriore parità, il ballottaggio proseguirà fino a quando un candidato non avrà ottenuto la maggioranza dei voti


 

Menzione speciale

Premio alla Carriera

Nel questionario per il Premio Stampa, il socio potrà anche indicare , se ritiene possa essere assegnato, la Menzione Speciale o Premio alla Carriera indicando il candidato. Anche in questo caso nella prima Assemblea verranno comunicate le pro poste pervenute e nella seconda verrà deciso se assegnare o non il riconoscimento, procedendo quindi alle votazioni come per il Premio Stampa.

Il presente regolamento é stato stilato secondo le indicazioni e le proposte presentate nell’Assemblea del 24/1/94 e del, 6/2/94.

I premiati

1958    Avv. Giulio Righini

1959   Ing. Alfredo Carpeggiani

1960    Avv. Renzo Ravenna

1961    Prof. Nereo Alfieri

1962    Prof. Gualtiero Medri

1963    Sen. Giuseppe Bardellini

1964    Prof. G. Battista Dell’Acqua e conte Vittorio Cini

1965    Comm. Paolo Mazza

1966    Cav. Lav. Orfeo Marchetti

1967    Avv. Raffaello Collevati

1968    Dott. Romeo Sgarbanti

1969    Prof. Marino Ortolani

1970    Prof. Luciano Chiappini

1971    Sig. Florestano Vancini

1972    Prof. Giorgio Padovani e Avv. Giuseppe Longhi

1973    Dott. Folco Quilici

1974    Orchestra a plettro Gino Neri

1975    Dott. Giorgio Bassani

1976    Maestro Adriano Franceschini

1977    Cav. Lav. Vezio Bertoni

1978    Maestro Franco Farina

1979    Prof. Mario Roffi

1980    Dott. Michelangelo Antonioni

1981    Il soccorritore ferrarese dei Terremotati

1982    Don Alberto Dioli

1983    Sig.ra Maria Ilva Biolcati Milva

1984    Sig. Carlo Rambaldi

1985    Prof. Francesco Conconi e scuola  medicina sportiva

1986    On. Luigi Preti

1987    Sezione ferrarese di Italia Nostra

1988    Comm. Augusto Fava

1989    Corale Veneziani

1990    Don Francesco Fuschini

1991    Sig. Massimiliano Duran

1992    Prof. Antonio Rossi

1993    Maestro Remo Brindisi

1994    Sig. Gabriele Corbo

1995    Prof. Gianluigi Castoldi

1996    Sig. Renzo Melotti

1997    Mons. Antonio Samaritani

1998    Dott. Roberto Pazzi

1999   Teatro Comunale di Ferrara

2000   Dott. Alfredo Santini

2001    Maestro Claudio Abbado

2002   Comm. Aristide Manuzzi

2003    Istituto di Cultura “Casa Cini”

2004    Sig. Oscar Massei

2005    Ente Palio Città di Ferrara

2006    Prof. Gianni Venturi

2007    Fondazione Carife

2008    Arch. Carlo Bassi

2009    Prof. Patrizio Bianchi

2010   Dott. Paolo Zamboni

2011    Precario – Mai consegnato

2015    Prof. Bruno Dallapiccola

Alla Carriera

1992    Prof. Ervardo Fioravanti

1993    Prof. Mario Morsiani

1994    Non assegnato

1995    Comm. Antonio Azzalli

1996    Sig. Beppe Faggioli

1997    Sig. Antonio Filippini

1998    Sig. Giordano Magri

1999    Dott. Gaetano Tumiati

2000    Sig. Igles Corelli

2001    Dott. Giuseppe Pederiali

2002    Dott. Vincenzo Tassinari

2003    Sig. Nello Pasquini

2004    Sig.ra Lola Bonora

2005    Don Domenico Bendin

2006    Ferrariae Decus

2007    Non Assegnato

2008    Sig. Arnoldo Foa

2009    Sig. Paolo Micalizzi

2015    Sig. Giorgio Resca (Alla memoria)

Giornalista dell’anno

2015    Dott. Nicola Bianchi

Premi Speciali

1992    Sig. Rino Boccaccini

2001    Dott. Antonio Caggiano

2015    Sig. GiBi Fabbri e Sig. Alfio Ghedini (menzione speciale)